martedì 29 gennaio 2008

Capire le donne

Non sono mai stato molto capace nella gestione del sesso opposto. In genere non capisco quando piaccio ad una ragazza e non capisco quando io non piaccio a lei.
Per darci un esempio: la prima ragazza che ho avuto. Ai tempi io avevo 14 anni e lei 18. Io però ero alto 190cm e avevo un filo di barba, quindi lei riteneva che io avessi 18 anni.
In genere, quando tutti uscivamo, io e lei stavamo sempre vicino, al tavolo, e scherzavamo e ridevamo come scemi.
Ovviamente io non capivo nulla.
Poi lei veniva ogni tanto a chiamarmi a casa, per prendere un gelato o parlare e ridere come scemi.
Ovviamente io non capivo nulla.
Talune volte, addirittura, mentre mi confrontavo con il coin-op di Captain Commando, lei veniva in sala giochi (in mezzo ai nerdacci) a salutarmi.
Ovviamente io non capivo nulla.

Finchè un giorno mi disse "Ale, potremmo uscire insieme questa sera"
Ovviamente io non capivo nulla: "Beh, ma noi usciamo sempre insieme"
E lei: "No, intendo dire da soli"
Ovviamente io non capivo nulla: "E cosa facciamo da soli?"
E lei: "Qualcosa in mente ci verrà"

Quella sera finalmente capii.

3 commenti:

Simone "Karat45" Tagliaferri ha detto...

Sì è messa una maglietta con su scritto: "guarda che voglio dartela?"

Alessandro Monopoli ha detto...

Se se la fosse messa, probabilmente avrei pensato che fosse una di quelle magliette sceme che si mettono le ragazze, così tanto per ridere :D

Alessandro Monopoli ha detto...

Se se la fosse messa, probabilmente avrei pensato che fosse una di quelle magliette sceme che si mettono le ragazze, così tanto per ridere :D