lunedì 16 febbraio 2009

Mercando ed il cavallo

In montagna dove vado in vacanza, c'è questo personaggio che tutti chiamano Mercando. C'è stato un periodo in cui mi pare fosse il Firpo, ma credo ora sia Mercando.

Bene, questo Mercando, come tutti i Valdostani che ho conosciuto, riesce ad immettere nel suo corpo quantità di alcoo che si misurano in ettolitri.

Nonostante questo, non aveva mai problemi ad arrivare a casa, poichè a differenza di molta gente, Mercando non ha una macchina, ma un cavallo.

Cioè, ha la macchina, ma quando si devastava così prendeva il cavallo.

Il cavallo, che è un animale simpatico e gentile, è un po' più intelligente dell'automobile.
In pratica, a fine serata, quando Mercando a stento si trascinava in giro, si buttava sul cavallo.

Allora il buon cavallo partiva e lo riportava a casa senza che Mercando dovesse dargli alcun ordine, poichè il cavallo sapeva che se aveva il suo padrone in groppa e non riceveva alcun ordine, allora era tempo di tornare a casa.

Quindi, il sabato sera, se volete bere fino a trascinarvi da sotto il tavolo, fatelo pure, ma portate sempre il vostro cavallo con voi, che vi porterà a casa sani e salvi.

Oppure vi morsicherà, credo dipenda dal cavallo.

3 commenti:

Giangio ha detto...

stessa scena l'ho vista a Macugnaga...
tale Ervin...
un ragazzo segnato dalle liti che finivano con grandi boccali, vuoti e non, che si schiantavano sulla sua faccia...

cmq anche lui ogni tanto, coscentemente, si faceva trascinare dal cavallo...
il fatto è che aveva reso l'animale dipendente alla nicotina
mangiava un numero indefinito di marlboro rosse

Grazz085 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Grazz085 ha detto...

I cavalli sono estremamente intelligenti... però mi sembrano alquanto suscettibili...