venerdì 16 ottobre 2009

Carriera Monopòlica: ludica

Quando presi il lavoro a tempo indeterminato, iniziò un periodo piuttosto complesso.
In pratica mi mancava un esame, quello di Economia.
Lo preparai completamente in treno: quindi studiavo Economia due ore al giorno.
Passai l'esame con 22 o 24, mi pare. Quando lo passai andai in tutte le aule universitarie che avevo visto nel dipartimento di Informatica e feci loro una foto, perchè non le avrei riviste mai più.

Beh, con l'Uni eravamo a posto.
Quello che sentivo non essere a posto era il lavoro: io volevo fare videogiochi sin da quando avevo 8 anni e a 24 ritenni che fosse il momento di provare.
Mandai il mio curriculum un po' a tutte le aziende che conoscevo, estere o meno.
Tutte mi risposero dicendo che non gli interessavo. L'unica a non rispondermi nemmeno fu Artematica (gli mandai il curriculum un paio di volte).
L'unica azienda che mi rispose con interesse di farmi un colloquio fu Milestone.
Ricordo con che infinita gioia andai a fare il colloquio.

Ai tempi, ormai sei anni fa, avevo una valanga di nozioni teoriche ed un sacco di idee strane, ma nessuna pratica nel campo dei videogiochi. Il colloquio andò discretamente: passai senza problemi la prova scritta e riuscii a mettere in piedi qualche idea nella discussione.

Venni richiamato solo dopo qualche mese (ovviamente non ero una prima scelta) per un colloquio maggiormente tecnico, dove non riuscii a mettere in piedi un singolo discorso sensato. Forse ero emozionato o semplicemente non ero ancora professionalmente pronto.

Ciònonostante il 25 agosto, il giorno dopo il compimento del mio 25esimo compleanno, venni chiamato per un terzo colloquio finale.
Mi venne proposto un lavoro a tempo determinato di un anno: nessun benefit.
Pare che finalmente la realtà del mondo del lavoro fosse arrivata a colpirmi.
Chiesi solo di poter andare via prima il martedì per il CPM: un po' a malincuore accettarono.

Fu così che iniziai a fare videogiochi.
Ma qualcosa non funzionava.

5 commenti:

Raziel ha detto...

Si fa interessante... :D

Somax ha detto...

Brace for epic.

lefantome ha detto...

interessante, ma che tipo di test scritti ci sono? Ma avevi la triennale in informatica no?

Alessandro Monopoli ha detto...

Sì, esatto :)

Il test non è niente di complesso: qualcosa sulle classi, un paio di "correggi gli errori", un "come ottimizzi questo e quest'altro" e cose del genere.
Però sono passati parecchi anni, immagino che la faccenda sia diversa ora.

Anonimo ha detto...

Hai detto che ti mancava solo un esame, e al tesi? l'avevi già finita prima? su cos'era?