lunedì 15 settembre 2008

Napoli a Champoluc

Il 15 agosto, ogni anno io ed i miei amici facciamo una bella grigliata a Champoluc, al Pian Villy, una zona attrezzata appunto per le grigliate.

Quell'anno, sin dal mattino, si aggirava per la pineta un gruppo di personaggi interessanti, provenienti direttamente da Napoli, come loro ci dissero.

Questi personaggi iniziarono a montare un gigantesco gazebo, sotto al quale piazzarono un tavolo lungo un paio di decine di metri. Dopo aver piazzato il tavolo, iniziarono a cercare la legna. Non ne trovarono, così presero un'asse dello steccato che cinge la pineta.
Già che c'erano, presero anche l'insegna del Pian Villy (che vedete nella foto. Cioè, ora non è più quella, visto che è stata bruciata da questi signori).

Non pago, uno di questi signori prese la sua fida accetta ed andò verso un giovane pino. La moglie però lo fermò: "Non tagliare quello, che è vivo e fa fumo".

Dopo essersi approvvigionati con il combustibile, iniziarono a cucinare: mentre noi facevamo cuocere stentatamente quattro fette di pane, loro stavano preparando una potente peperonata, che avrebbero utilizzato come sugo per la pasta che subito dopo hanno preparato.

La signora mi chiese: "Ne vuoi un po'?"
Ed io: "No, grazie signora!"
E lei: "Gennà! Dai un po' di pasta a questo ragazzo, che ne vuole!"

Comunque era ottima.

Dopo di questa, venne esternato un cane, un pastore napoletano chiamato "TURI".
Purtroppo il povero Turi aveva dei gravi problemi al bacino che entro pochi anni lo avrebbero portato alla paralisi, ma questo non fermava il padrone, che al dolce suono di "Cammina, stronzo!" lo portava in giro per la pineta.

Ad un certo punto uno di questi mi chiese una domanda.
Credo disse qualcosa come "machissecafalestugagliò"
Io dissi: "Eh sì" e sorrisi.
La signora disse al suo amico: "Ma lascia stare, che lui non capisce"
Così l'uomo mi disse: "Ah ho capito! Non sei Italiano! Lo capisci l'Italiano?"

Io sorrisi :D

Tutto si concluse nel modo migliore: una nostra amica ci parlava di quanto fosse stronzo il suo capo al lavoro, quando l'uomo di fianco a noi, quello che tagliava la legna, gridò "IN MONTAGNA BISOGNA SCIALLARE!"
La nostra amica riconobbe il suo capo. Era lui. Ella rimase nascosta tutta la giornata, ma alla fine lui la vide.
Dopo una cinquantina di foto, egli si ritenne soddisfatto e le concesse di andare via.

E' stata la grigliata più bella della mia vita :D

1 commento:

Max Power ha detto...

Il miglior post di sempre. Ho riso parecchio :-)