venerdì 26 settembre 2008

Il fantasma di Canterville ci salverà

Quando eravamo in seconda superiore, venimmo portati a vedere una rappresentazione teatrale in lingua inglese de "Il fantasma di Canterville".
L'opera fu divertente, ma non avrei mai pensato che quel fantasma, un giorno, mi avrebbe salvato.

Due anni dopo, in quarta, avevo un prof di Inglese molto bravo, ma anche piuttosto eccentrico: amava vestirsi con pantaloni GIALLI e giacca ROSSA.

Una volta questo professore interrogò me ed un mio compagno, che chiamerò Ferra.
Io andavo benissimo in inglese, quindi non temevo nulla.

Capii che invece dovevo incominciare a temere quando il prof. disse: "Allora ragazzi, visto che sono appena finite le vacanze di Natale, vi interrogherò sul libro a scelta che dovevate leggere come compito".
Non avevo letto alcun libro, mi ero dimenticato.


Prof: Allora, Ferra, che libro hai letto?
Ferra: Ehm... io... non ho letto nessun libro, mi sono scordato
Prof: Vergogna! Torna al tuo posto! Ti becchi QUATTRO!

OCCRISTO, pensai. Dovevo inventarmi qualcosa. SUBITO.

Prof: Allora Monopoli, tu cosa hai letto?
Io: Io... ehmm.. Ho letto "Il fantasma di Canterville"!
Prof: Bene, raccontalo!

Raccontai la storia che avevo visto al teatro, anche se non ricordavo molto bene il finale.
Comunque il professore fu soddisfatto e mi mise Sette e Mezzo.

Anche da morto, il fantasma di Canterville interviene a salvarci. Altro che la Madonna.

2 commenti:

Giangio ha detto...

si ma nessuno pensa + alla pallina rimbalzina

:°(

è tutta sola

Max Power ha detto...

Bene, signor Monopoli, mi parli della Madonna.