lunedì 22 settembre 2008

L'amore fa fare cose estreme

Un mio amico ebbe una volta a raccontarmi una storia divertente, che vi spiego ora.

Daremo ora dei nomi ai personaggi di questa storia, dei nomi inventati.
Chiameremo il maschio Aldo e la femmina Marta.

Aldo e Marta stavano assieme ed erano contenti, tanto che Marta aveva le chiavi della casa di Aldo.
Un giorno però l'idillio si ruppe Aldo lasciò Marta.
Ella però non la prese bene.

Una sera Aldo stava in casa sua e dormiva sul divano, nella sua stanza con le luci spente. Ad un certo punto un colpo cruento alla base dello stomaco lo fa svegliare di soprassalto.
Aldo, immerso nel buio, d'istinto tira un pugno alla cieca e colpisce un viso.
Questo viso appartiene a Marta, che rattristata se ne va.

Vediamo che è successo: Marta è incazzata con Aldo, così va a casa sua (poichè ne ha le chiavi). Lo trova che dorme sul divano al buio, così non le viene in mente niente di meglio che ficcargli un pugno in pancia a trandimento.
Aldo si sveglia e nel panico del risveglio le infila un pugno in faccia.

Questa storia ci insegna una lezione molto importate: dormiamo sempre con la luce accesa.

Poi vabbè, quando lasciamo una ragazza riprendiamoci le chiavi di casa, ma quello è secondario.

2 commenti:

Luca ha detto...

Questa è stupenda.

AkiRoss' ha detto...

Ahahahaaiuto non respiro piu' :'D